Come conservare l’olio extravergine di oliva correttamente

Come conservare l’olio extravergine di oliva correttamente

Come conservare l’olio extravergine di oliva correttamente?
È molto più semplice di quel che si può pensare. Sicuramente i formati più in vista sono quelli in vetro, molto diffusi a livello commerciale e sicuramente molto più pratici. Ma bisogna sempre avere molta attenzione quando parliamo di conservazione dell’olio extravergine di oliva, affinché siano preservate le sue qualità.

Acquistare olio direttamente in frantoio è sicuramente la scelta migliore, ad esempio nei formati da 5 litri.
L’olio confezionato in frantoio, infatti, racchiude tutte le proprietà antiossidanti e nutrizionali oltre che sensoriali, anche dopo diverso tempo proprio perché sigillato in latta immediatamente dopo la spremitura,. In questo modo avremo sempre a disposizione un olio buono e soprattutto sano.

È sempre buona norma, tuttavia, seguire qualche accorgimento come non far entrare in contatto l’olio con l’aria affinché non si scatenino processi di ossidazione che porterebbero ad un aumento dell’acidità e la conseguente perdita di qualità antiossidanti. Per questo quando si acquista in latta è bene travasarla completamente evitando così che possa entrarvi aria.

Inoltre, per qualsiasi contenitore (sia in vetro che in latta) vale la regola aurea dell’olio extravergine di oliva: conservare SEMPRE in un luogo asciutto, al buio e lontano da fonti di calore.

 

Non farti trovare impreparato, hai già scoperto le nostre latte da 5 litri?
Fai un salto sul nostro shop e lasciati conquistare dal gusto del nostro extravergine di oliva. Scegli tra le varietà disponibili e porta in tavola tutto il sapore della Puglia.

No Comments

Post a Comment

X